L’associazione

La terra, la terra, la terra… all’infinito la terra.

Luigi Veronelli

Come patrimonio da preservare e, soprattutto, come possibilità di futuro, per Luigi Veronelli la terra era un simbolo potente, un invito a “divenire contadini” in senso profondo, una scelta morale, un’assunzione di responsabilità accessibile a tutti, che oltrepassa la dimensione lavorativa e professionale. Acquisire una sensibilità contadina a partire dall’assaggio di un vino, di un prodotto agricolo, di un piatto significava, per il nostro Fondatore, tener viva una possibilità di cambiamento, un’evoluzione allo stesso tempo rurale, colta e condivisa. Massimo critico gastronomico del Novecento, Luigi Veronelli ha indicato nella civiltà del campo e della tavola lo spazio vitale per relazioni felici tra gli esseri umani, tra questi e il pianeta.

 

Per la nostra Associazione coltivare, trasformare, cucinare, condividere e accogliere sono, perciò, azioni concrete per “festeggiare la vita” attraverso la qualità dei vini e dei cibi, misurandosi con la storia, con il mutare dei tempi, dei bisogni e delle attese.

 

Riteniamo che, per il successo di filiere agricole e alimentari attente alle relazioni sociali e all’ambiente, la capacità di proporre cibi e vini di qualità sia essenziale. Per questo, nel 1986, è stato fondato il Seminario Permanente Luigi Veronelli, associazione per la cultura del vino e degli alimenti che riunisce vignaioli, agricoltori, artigiani del gusto, ristoratori, distillatori, cultori della gastronomia. Da allora ci adoperiamo per la diffusione del sapere tecnico-scientifico necessario alla gestione dei processi produttivi, per l’approfondimento delle competenze organizzative e commerciali, per lo sviluppo delle capacità sensoriali e per la promozione della gastronomia come cultura.

 

Avvertiamo l’urgenza di approfondire e condividere il sapere della terra e della tavola per contribuire alla nascita di comunità aperte, in divenire e sensibili. Vogliamo che il presente e il futuro prossimo riservino la giusta attenzione all’intelligenza fertile e al libero prendersi cura di sé e del mondo che gli uomini e le donne sanno mobilitare dedicandosi all’agricoltura, alla cucina e all’accoglienza.

 

Il Seminario Permanente Luigi Veronelli è un laboratorio in costante attività nell’ambito della cultura materiale, un’associazione che lavora affinché nella rete dell’economia globalizzata circoli la voce di una contadinità nuova.