Citoyens, à la table!

Citoyens, à la table!

di Pietro Stara

14 luglio 1789 ossia 231 anni fa precisi. Presa della Bastiglia, atto simbolico della Rivoluzione francese. Liberté, egalité, fratenité… ovunque, ma soprattutto in Francia che, anche in cucina, ha sempre ben coltivato la propria grandeur.

Quinua o dell’italianità

Quinua o dell’italianità

di Luigi Veronelli

Contro ogni «beota ripetere» sull’italianità Veronelli lancia le sue frecce. Questa volta è per un argomento insolito: Altromercato, organizzazione importante di fair trade in Italia, gli chiede di scrivere una breve prefazione a un libello che racconta un prodotto allora sconosciuto, la quinua (o, più comunemente oggi, quinoa) pubblicato dall’editore indipendente Sonda di Torino. Le sue battaglie per l’agricoltura, per il rispetto del lavoro agricolo lo fanno sentire vicino al progetto dell’equo e solidale, che tutela i diritti dei campesinos nel Sud del mondo. Era il 1999. Accetta di scrivere per loro.

L’onesto piacere: cibi e vini nella dietetica antica

L’onesto piacere: cibi e vini nella dietetica antica

di Pietro Stara

ll godimento della vita, sessualità compresa, è connesso alle prescrizioni dietetiche? Un tema di estrema attualità, che trova noti prescrittori anche nel Medioevo e nel Rinascimento. Alimenti caldi, freddi e piccanti, rapporti sessuali, tutto a seconda delle stagioni. E, sopra ogni cosa, l’importanza della masticazione. Bartolomeo Sacchi alias Platina docet…

La pausa

La pausa

di Alberto Capatti

L’emergenza e il lockdown sono stati solo una pausa? Dovrebbe essere invece l’occasione per ridefinire il ruolo della propria residenza nel dissetarci e nutrirci, e se saremo in grado di riesaminare le abitudini che sono il voltaspalle a quanto criticamente ci sovrasta.

La mia pianura

La mia pianura

di Diego Rosa

«Non è facile parlare del Po perché, come diceva Zavattini, ognuno di noi ha il suo pezzo di Po». Storie contadine, emigrazione, lotte per i diritti. Lambrusco. Agnoli in brodo col vino. Polenta. Rane e lumache. Miserai e fame. Oggi sono quasi tutti ricordi in una terra divenuta tra le più inquinate d’Europa.
Diego Rosa racconta la sua Bassa padana. «Mi piacerebbe pensare che  si possa ripartire come fa il fuoco sotto la cenere che sembra spento ma non lo è… »

La mia pianura

La mia pianura

di Diego Rosa

La pianura è un’ampia estensione di terreno pianeggiante. Detto questo si è detto tutto, però se camminiamo la pianura, scopriamo una miriade di mondi: piatto non vuole dire tutto uguale. Camminare una terra vuol dire entrare nella sua storia, nella sua cultura, trovare capacità di racconto in ciò che ci dà. [Prima puntata]