Artusi & Veronelli

Artusi & Veronelli

di Alberto Capatti

Nel 2020 sono scoccati 200 anni tondi dalla nascita del primo gastronomo italiano, Pellegrino Artusi. Nel 2026 arriverà il centenario della nascita dell’anarchenologo Luigi Veronelli. Coi numeri e con le idee rivoluzionarie, dei due personaggi gioca Alberto Capatti, cercando tra loro affinità e lontananze, oltre tempo e biografia.

Veronelli, visionario e concreto

Veronelli, visionario e concreto

A 16 anni dalla scomparsa, ricordiamo Luigi Veronelli con un’intervista a Maurizio Zanella. Tra loro – e con Giacomo Bologna- un’amicizia e un sodalizio appassionato per il vino d’eccellenza come testimone culturale di un luogo, reale e possibile. Un momento storico, in cui idee innovative e wine dreamers ribaltarono il mondo enoico. Contro ogni previsione.

Pan de mia

Pan de mia

di Alberto Capatti

“Fingo che sia un pane in cui mia, in lombardo, è minga, mica, nulla, ma potrebbe configurare anche una misura lineare, le miglia, rivelandosi pane lunghissimo e così lo viviamo, il covid. Poi voglio assaggiarlo, voglio assaggiarla, ed è solo cifre e numeri, e non ci provo gusto, quindi passo ai ricordi – il pane è memoria – ed allora ha un sapore, un sapore di vita vissuta”.