LUOGHI DEL BUON BERE 2022

LUOGHI DEL BUON BERE 2022

Stefano Fagioli ribalta e conferma, a un tempo, l’icona della semplice trattoria di campagna. La conferma perchè ha orgogliosamente scelto un luogo perduto tra le padane spianate nebbiose, la ribalta per l’eccellenza delle preparazioni, la cura gastronomica e la personale, stratificata e miracolosa offerta enoica. Vale il viaggio, ovunque sia il luogo di partenza.

Luoghi del Buon Bere 2022 | Cave Ox

Luoghi del Buon Bere 2022 | Cave Ox

«La carta dei vini al Cave Ox è segno della ventennale ossessione di Dibella. Lunghissima, enciclopedica, scorrerla tutta richiede tempo.
Stratificata come balate di colata lavica, attenta alle presenze storiche così come alle nuove leve, alle piccole realtà etnee, rispettose di nuovi equilibri tra uomo e natura».

I NUOVI “LUOGHI DEL BUON BERE” dalla Guida Veronelli 2022

I NUOVI “LUOGHI DEL BUON BERE” dalla Guida Veronelli 2022

È tutta nuova la sezione I Luoghi del buon bere della Guida Oro i Vini di Veronelli 2022!
Oltre 200 ristoranti, enoteche, wine bar selezionati e recensiti dalla nostra redazione.
Per ogni regione, inoltre, un locale viene eletto e raccontato dai collaboratori SV sul territorio.
La filosofia, d’origine veronelliana, dei Luoghi del Buon Bere è semplice ed essenziale: il vino come racconto, affidato alle conoscenze di coloro che fanno vivere l’accoglienza nei locali e li rendono luoghi in cui il discorso enoico possa diventare ambasciatore, compagno, intercessore di un territorio, sia esso vicino o lontano.
Parole, sapienza, storia e storie portate a tavola per essere condivise.
Oggi, presentato da Simone Dian, è con noi: La Chaumière a Signayes (AO)

GUIDA VERONELLI 2022: LA PRESENTAZIONE UFFICIALE

GUIDA VERONELLI 2022: LA PRESENTAZIONE UFFICIALE

L’edizione 2022 della guida Oro I Vini di Veronelli è la più corposa dell’ultimo decennio: crescono i produttori presentati e si espandono i contenuti proposti. Verrà presentata in anteprima assoluta venerdì 12 novembre a Mantova in Palazzo Te, la storica dimora dei Gonzaga affrescata da Giulio Romano, grazie alla collaborazione tra SV e Fondazione Palazzo Te.