I NUOVI “LUOGHI DEL BUON BERE” dalla Guida Veronelli 2022

I NUOVI “LUOGHI DEL BUON BERE” dalla Guida Veronelli 2022

È tutta nuova la sezione I Luoghi del buon bere della Guida Oro i Vini di Veronelli 2022!
Oltre 200 ristoranti, enoteche, wine bar selezionati e recensiti dalla nostra redazione.
Per ogni regione, inoltre, un locale viene eletto e raccontato dai collaboratori SV sul territorio.
La filosofia, d’origine veronelliana, dei Luoghi del Buon Bere è semplice ed essenziale: il vino come racconto, affidato alle conoscenze di coloro che fanno vivere l’accoglienza nei locali e li rendono luoghi in cui il discorso enoico possa diventare ambasciatore, compagno, intercessore di un territorio, sia esso vicino o lontano.
Parole, sapienza, storia e storie portate a tavola per essere condivise.
Oggi, presentato da Simone Dian, è con noi: La Chaumière a Signayes (AO)

L’ASSAGGIO di NATALE

L’ASSAGGIO di NATALE

“Le imminenti Festività natalizie ci sono sembrate l’occasione migliore per invitarvi ad un brindisi benaugurale con un calice di Giulio Ferrari (per l’annata lasciamo a voi la scelta, perché davvero è solo questione di dettaglio), Metodo Classico trentino che racchiude in ogni sua diversa espressione e sfumatura tutta l’atmosfera, la poesia, la tradizione e, naturalmente, il savoir-faire di un territorio incantevole e di una Casa spumantistica tra le più prestigiose al mondo”.
Così Marco Magnoli, curatore della Guida Oro I Vini di Veronelli. Leggi la sua recensione

Tre Stelle Oro 2022

Tre Stelle Oro 2022

Le Tre Stelle Oro sono attribuite ai vini che hanno ottenuto giudizio uguale o superiore a 94 centesimi. Essendo per la Guida Veronelli la costanza qualitativa un valore, il riconoscimento è conferito esclusivamente ai vini già ai vertici nelle annate precedenti.

GUIDA VERONELLI. SOLE 2022

GUIDA VERONELLI. SOLE 2022

Durante la presentazione ufficiale della Guida Oro I Vini di Veronelli 2022, tenutasi a Mantova a Palazzo Te venerdì 12 novembre, abbiamo presentato e premiato 10 Sole. Il Sole è un riconoscimento ormai storico, erede del premio che Luigi Veronelli attribuiva ai vini che, nel corso degli assaggi annuali, lo avevano più colpito ed emozionato.