Toscana. Una panoramica enoica

Toscana. Una panoramica enoica

La Toscana che si è presentata quest’anno al consumatore ha confermato il suo buono stato di salute complessivo, tanto che non c’è provincia o zona di produzione che non sia in grado di darci grandi vini, a volte solo saltuariamente, a volte con piccole quantità, a volte solo in piccole aree, ma la varietà di vitigni (autoctoni e non), di caratteri, di stili enologici, di attitudini espressive è davvero rassicurante e in grado di soddisfare le richieste dei consumatori di tutto il mondo.

Genesis Friuli Colli Orientali Sauvignon 2018 Valentino Butussi

Genesis Friuli Colli Orientali Sauvignon 2018 Valentino Butussi

Qui, a Corno di Rosazzo, storico comune friulano noto per la sua Abbazia, la viticoltura è di casa da tempo immemore. I suoli marnosi si uniscono ai ciottoli calcarei trasportati dal torrente Corno. Il clima è caratterizzato da ampie escursioni termiche. Completa il favorevole quadro, la mano del vignaiolo, Filippo Butussi, che crea un Sauvignon di grandissima personalità, fatta di freschezza, mineralità e nerbo.

Friuli Venezia Giulia. Una panoramica enoica

Friuli Venezia Giulia. Una panoramica enoica

Friuli. Nota terra di grandi bianchi. E lo conferma, soprattutto cogli uvaggi: sorsi complessi e luminosi, godibili e persistenti, poetici. Per il resto, tempi e filosofie sono mutati. Per i monovarietali e, salvo importanti eccezioni, i buoni Chardonnay, fruttati e morbidi, i Pinot Bianco fragranti, e soprattutto i saporiti e nervosi Sauvignon si son fatti timidi, senza punte o sbavature, senza sontuosi rimandi di gusto olfattivi, così tipici un tempo del sorso friulano…