Tasting Lab

Approfondire le conoscenze enologiche e le capacità sensoriali di professionisti e appassionati e, nello stesso tempo, fornire alle aziende vitivinicole un valido panel cui sottoporre i propri campioni sono i motivi che rendono unici gli appuntamenti SV Tasting Lab.

Essi prevedono una sezione introduttiva teorica, che consente di apprezzare al meglio le particolarità dei singoli vini selezionati in base al tema della serata per vitigno, area geografica d’origine, annata o secondo altri criteri; segue la degustazione di diversi campioni: ogni bottiglia è proposta in forma anonima e svelata soltanto ad assaggi ultimati, quando ciascun degustatore ha espresso il proprio giudizio.

Dell’esito della degustazione è dato immediato e diretto riscontro alle aziende, seguito da un’approfondita pubblicazione accessibile agli Associati attraverso il nostro sito web.

ATLANTE ESSENZIALE DEI GRANDI CRU DEL BAROLO

Una degustazione di vini provenienti da alcuni tra i migliori vigneti della Langa Albese, presentati mettendone in luce le specificità pedoclimatiche. L’eccezionale capacità del vitigno nebbiolo di “assorbire” e restituire nel bicchiere le differenze dei suoli e dei microclimi, infatti, ha storicamente permesso d’individuare, all’interno della denominazione Barolo, alcune vigne eccezionalmente vocate: grandi cru in grado di produrre con continuità vini di assoluta eccellenza. Atlante essenziale dei grandi cru del Barolo sarà un invito a “camminare la terra” di otto vigneti attraverso l’assaggio di altrettanti capolavori liquidi.

I TESORI NASCOSTI DEL VINO ITALIANO

Non esiste solo l’Italia del nebbiolo, del sangiovese, dell’aglianico. Nel nostro Paese, fortunatamente, ogni territorio, ogni distretto dedito alla produzione di vino può vantare almeno un suo vitigno, una varietà che lo caratterizza in modo univoco. Moltissime sono le aziende che, coscienti di questo straordinario patrimonio, hanno investito nella ricerca, nei vigneti e nelle tecnologie di cantina per ottenere grandi vini da vitigni autoctoni, antichi o minori. Questa degustazione è dedicata a loro e vuole raccontare, bicchiere dopo bicchiere, storie di vignaioli coraggiosi, innamorati delle loro uve.

LE GRANDI VIGNE D’ITALIA

Questa preziosa degustazione – proposta per la prima volta a Vinitaly 2016, in collaborazione con Veronafiere – ha per protagonisti alcuni vigneti eccellenti esaminati in quanto luoghi in cui, dal connubio magico tra cultura e natura, nascono vini capaci d’emozionare, veri e propri punti di riferimento nel nostro aggrovigliato sistema di denominazioni. La qualità è una sintesi d’eccellenze ambientali, biologiche e culturali, ed è, quindi, fondamentale proporre il vigneto come luogo in cui prende forma questo affascinante equilibrio.

AGLIANICO, ATTO II: DAL VULTURE ALLE MURGE

Dopo la fortunata degustazione Aglianico, atto I: la Campania del precedente ciclo, il tour SV Tasting Lab di assaggio tematico farà tappa nelle altre aree che costituiscono il terroir dei vini da uve aglianico: la Basilicata, il Molise e la Puglia. In altre parole… dal Vulture alle Murge!
Una degustazione per riannodare i fili del viaggio alla scoperta della migliore cultivar del sud Italia nelle sue diverse, eccellenti espressioni.

MONDO LAMBRUSCO

Il Lambrusco è il vino italiano più esportato in assoluto (e frainteso). È diffuso nelle provincie di Modena e Reggio Emilia in quantità minore nella Provincia di Parma e nella Provincia di Mantova, vantando ben quattro DOC: il  Lambrusco Salamino di Santa Croce, il Lambrusco di Sorbara, il Lambrusco Reggiano e il Lambrusco Grasparossa di Castelvetro.
Mondo Lambrusco è una rara occasione per conoscere e approfondire un… altro modo di pensare e produrre il vino, un altro modo di berlo e di valutarlo. Una serata in cui mettere alla prova la fama di questo vino: schietto, popolare, beverino.
Ma il Lambrusco è davvero sempre e solo questo?