Articoli Etichettati ‘Fondazione Acra’

  • Presentata la Guida Veronelli 2019

    in Le Notizie • 23 Ottobre 2018 • di

    A Venezia, sull’Isola di San Giorgio Maggiore, sede della Fondazione Giorgio Cini e dell’Alta Scuola Italiana di Gastronomia Luigi Veronelli, il Seminario Veronelli ha presentato in anteprima la nuova edizione della prima guida ai vini d’Italia e ha conferito i dieci Sole, premi speciali della Redazione. All’interno del meraviglioso Cenacolo Palladiano di Fondazione Giorgio Cini, sull’Isola di San Giorgio Maggiore a Venezia, il Seminario Permanente Luigi Veronelli ha presentato, in anteprima sull’uscita in libreria, la Guida Oro I Vini di Veronelli 2019, volume erede degli storici cataloghi firmati, sin dagli anni Cinquanta, dal padre della

    Continua »
  • Acqua potabile per tutti. Per sempre!

    in Le Notizie • 22 Febbraio 2018 • di

    Da quattro anni il Seminario Permanente Luigi Veronelli sostiene i progetti sociali di Fondazione Acra in ambito agroalimentare. In vista del World Water Day del 22 marzo 2018, ACRA organizza un mese di mobilitazione per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema del Diritto Universale all’Acqua e promuovere l’accesso all’acqua potabile e a condizioni igieniche di base per tutti. Sino a sabato 24 febbraio 2018 sarà possibile mandare un SMS solidale al numero 45566 (da mobile o rete fissa) dal valore di 2 o 5 euro per aiutare ACRA a garantire acqua potabile per tutti in Senegal.    

    Continua »
  • Gli spot su spreco alimentare e consumi sostenibili vincitori del concorso “A qualcuno piace giusto”

    in Le Notizie • 1 Agosto 2017 • di

    Il sistema alimentare di massa impatta negativamente sull’ambiente e sulla salute delle persone: oltre 800 milioni di persone soffrono la fame, gli stessi contadini, allevatori e pescatori che il cibo lo producono, mentre oltre un miliardo sono in sovrappeso (FAO). CISV e Fondazione ACRA, con l’obiettivo di migliorare il senso critico e l’impegno attivo degli insegnanti e degli studenti in merito all’alimentazione sostenibile e al consumo consapevole, hanno dato vita al progetto EAThink in più di 100 scuole primarie e secondarie di tutta Italia. Il progetto, tra le attività, ha previsto il concorso video A qualcuno

    Continua »
  • A qualcuno piace giusto: il concorso video per le scuole italiane su cibo e diritti

    in Le Notizie • 17 Febbraio 2017 • di

    Le scuole italiane sono chiamate ad impegnarsi per la sostenibilità del sistema alimentare: A qualcuno piace giusto è un concorso nazionale indetto dal progetto EAThink 2015 per gli istituti primari e secondari di I e II grado che punta sulla comunicazione sociale per raccontare le nuove sfide dello sviluppo globale. “Vogliamo dare voce alle idee dei ragazzi” – dice Michele Curami, coordinatore del progetto EAThink 2015 per Fondazione ACRA – “spingerli a confrontarsi con temi come l’impatto ambientale e sociale del cibo, il consumo consapevole, la riduzione degli sprechi”. Oltre al contributo finanziario di Unione Europea,

    Continua »
  • Vino e solidarietà: la Guida Veronelli per il diritto al cibo

    in L'Editoriale • 28 Febbraio 2015 • di

    Tempo di bilanci per l’operazione attivata nel settembre del 2014 dal Seminario Permanente Luigi Veronelli a sostegno del progetto Hungry for Rights. Sono trascorsi, infatti, sei mesi da quando la nostra Associazione ha donato alla Fondazione ACRA-CCS 6.000 bottiglie di vino provenienti dalla redazione della Guida Oro I Vini di Veronelli 2015. Tali bottiglie corrispondevano ai “secondi campioni”, non utilizzati ma necessariamente richiesti ai produttori per cautelarsi da eventuali problemi di tappo e consentire così ai curatori la possibilità di ripetere l’assaggio. Con il pieno consenso delle aziende recensite, tali bottiglie hanno permesso alla Fondazione di mettere a punto una campagna a favore del progetto Hungry for

    Continua »
  • Guide, campioni e… spazi di libertà

    in L'Editoriale • 30 Luglio 2014 • di

    Il Seminario Veronelli al fianco di Fondazione Acra-Ccs a sostegno del progetto “Hungry for rights” Più volte ho dedicato “L’Editoriale” a difendere il valore di una critica gastronomica competente, a ribadire come tanto per chi produce quanto per chi sceglie e consuma sia utile confrontarsi con uno sguardo terzo in grado di fornire “chiavi d’accesso” alla cultura materiale, di proporre un giudizio estetico che sia, contemporaneamente, eticamente ineccepibile, motivato dal punto di vista tecnico e comprensibile a tutti. Per il modo in cui concepisco il lavoro di chi parla e scrive di vino, questa dovrebbe

    Continua »
Scroll to top