L’Assaggio

  • I Frescobaldi e il vino di Gorgona

    in L'Assaggio • 16 giugno 2017 • di

    Nel 2012 diversi produttori di vino italiani vennero interpellati dalla direzione dell’Istituto di Pena di Gorgona per verificare il loro interesse a sovrintendere alla gestione del vigneto e della cantina condotti dai detenuti. All’invito rispose solo Lamberto Frescobaldi e ne è nata una bella storia di vino e umanità. Gorgona è la più piccola isola dell’arcipelago toscano, si trova al largo di Livorno ed è l’ultima isola-penitenziario d’Italia. Attiva dal 1869, si tratta di una colonia penale all’avanguardia, dove i carcerati trascorrono l’ultima parte del periodo detentivo lavorando all’aria aperta impegnati in occupazioni volte al

    Continua »
  • Speciale Sole 2017: Greco di Bianco Passito 2012

    in L'Assaggio • 24 maggio 2017 • di

    Al Nord c’è il greco novarese (sinonimo di erbaluce), al Centro il grechetto, al Sud svariati greco (non solo quello di Tufo, ma anche più giù, in Basilicata, Calabria, Puglia…): sono tante le uve italiane che nel loro nome richiamano la Grecia; per lo più si tratta, però, di vitigni fra loro diversi ed è quindi facile che si crei qualche confusione. Per concentrarci sulla sola Calabria, autentico e ricchissimo serbatoio di varietà rare ed antiche (la cui identificazione è, peraltro, resa particolarmente ostica dagli innumerevoli casi di sinonimie e omonimie), il rischio di smarrirsi

    Continua »
  • Speciale Sole 2017: Tullum Rosso Riserva 2011

    in L'Assaggio • 26 aprile 2017 • di

    Ci sono vini e vitigni da sempre legati in modo indissolubile ad un territorio e alla sua viticoltura. È senz’altro questo il caso del Montepulciano e dell’Abruzzo, un’affinità non a caso sancita da una Doc che si estende praticamente a tutte le aree vitate della regione. Quando una Denominazione è tanto ampia, però, il rischio è quello che le peculiarità e le originalità si perdano in un unico mare magnum, nel quale eccellenza e mediocrità finiscono per confondersi. Per la verità, già da qualche anno i viticoltori abruzzesi hanno cominciato a porre delle distinzioni all’interno

    Continua »
  • Speciale Sole 2017: Antium Bellone 2015

    in L'Assaggio • 28 marzo 2017 • di

    L’Agro Pontino è una pianura di origine prevalentemente alluvionale estesa lungo la fascia costiera del Lazio, delimitata a sud e a ovest dal Mar Tirreno, a est dai Monti Lepini e Ausoni e a nord dal medio corso del fiume Astura e dai primi rilievi dei Colli Albani. Un tempo pressoché interamente ricoperta da paludi, vide i primi tentativi di risanamento già in età romana, poi proseguiti nei secoli fino a giungere all’integrale bonifica portata a compimento in epoca fascista. Nella zona si è sviluppata una fiorente attività agricola, favorita soprattutto dalla grande disponibilità di

    Continua »
  • Manna 1995-2015: vertiginosa verticale

    in L'Assaggio • 15 marzo 2017 • di

    Una sera del 1989 Franz Haas e Maria Luisa Manna, all’epoca ancora fidanzati, se ne stavano comodamente seduti al tavolo di un ristorante stellato. Unici clienti in sala, avevano sommelier, camerieri e l’intera brigata di cucina a loro completa disposizione; ne risultò una cena memorabile, sette squisite portate accompagnate da altrettante bottiglie di vino. Mentre rientravano verso casa, Franz e Maria Luisa cominciarono, così, a fantasticare di un vino tanto complesso e denso di sfumature da riuscire ad accompagnare, lui solo, una cena ricca ed articolata come quella di cui avevano appena goduto. Sei anni

    Continua »
  • Speciale Sole 2017: Vito Arturo Rosso Toscana 2013

    in L'Assaggio • 7 marzo 2017 • di

    La famiglia Imberti è originaria della provincia di Bergamo e da cinque generazioni si dedica all’importazione e alla lavorazione di legnami pregiati in Val Seriana. Vito Arturo Imberti non coltivava, però, solo la passione per il legno; nutriva anche uno sconfinato amore per le colline toscane, in particolare per quelle del Chianti, un’attrazione vissuta con un impeto ed uno slancio davvero incontenibili, tali da spingerlo ad incessanti viaggi tra Bergamo e la Toscana. Un rapporto forte e profondo coronato negli anni Cinquanta dall’acquisto di Fattoria Le Fonti a Poggibonsi, una tenuta oggi gestita dai figli

    Continua »
  • Speciale Sole 2017: Il Divasco 2010

    in L'Assaggio • 20 febbraio 2017 • di

    Nell’ambito della rubrica L’Approfondimento, abbiamo recentemente ragionato di singole vigne e di quanto stia avvenendo in Alto Adige riguardo a questo sostanziale topos della cultura enoica. In sintesi, diversi vignaioli altoatesini si stanno muovendo, sulla scorta di un Regolamento provinciale, per identificare all’interno dei loro vigneti alcuni piccoli appezzamenti di qualità superiore dai quali ottenere vini di altissimo livello da commercializzare con il nome della vigna stessa. Sintetizzando la sintesi: si stanno selezionando i cru. L’argomento è cruciale perché la viticoltura – almeno per come la intendiamo noi (peraltro sulla scorta di una tradizione che dura

    Continua »
  • Speciale Sole 2017: il Vino Santo di Giovanni Poli

    in L'Assaggio • 25 gennaio 2017 • di

    L’Italia, terra di vini e di santi, non poteva che prodursi in un’eloquente sintesi proponendosi anche come terra di Vin (e Vini) Santi. Almeno nel centro-nord del nostro Paese, infatti, accanto a quelli celeberrimi di Toscana, se ne incontrano diversi sparsi in svariate contrade tra Umbria, Marche, Emilia, Veneto e Trentino. Identico l’appellativo, ma distinti i territori d’origine, diversificate, se non altro per qualche sfumatura, le tecniche di produzione e, soprattutto, differenti i vitigni utilizzati, a testimonianza dell’antica storia di questi vini e del loro stretto legame con le tradizioni locali. Varie sarebbero, infine, anche

    Continua »
  • Speciale Sole 2017: Guggol Solaris 2015

    in L'Assaggio • 20 dicembre 2016 • di

    Quando, intorno alla metà dell’Ottocento, i vitigni di origine americana fecero la loro comparsa nei nostri vigneti, portarono con sé alcune sgradevoli sorprese: l’oidio, la fillossera e la peronospora. Dietro ai nomi un poco esotici si celano, in realtà, tre fra i più devastanti patogeni con cui i vitigni europei si sono dovuti confrontare, flagelli di fronte ai quali erano del tutto privi di difese e che, perciò, hanno messo seriamente a repentaglio la sopravvivenza stessa della viticoltura nel Vecchio Continente. Nella sua Storia del vino. Geografie, culture e miti (Donzelli Editore, 1993), Tim Unwin

    Continua »
  • Speciale Sole 2017: Sforzato di Valtellina Infinito 2010

    in L'Assaggio • 10 dicembre 2016 • di

    In occasione di un precedente assaggio abbiamo avuto modo di approfondire il discorso sulle presunte origini del nebbiolo, vitigno dai più identificato con le Langhe del Barolo e del Barbaresco, ma che potrebbe in realtà essere nativo di altre aree. Per riassumere i termini della questione, ricordiamo brevemente che, basandosi sull’analisi di segmenti del DNA nucleico e confrontando il profilo genetico del nebbiolo con quello di altre varietà, i ricercatori hanno individuato legami di parentela molto stretti con una decina di vitigni diffusi nell’Italia nordoccidentale, in particolare nei territori più settentrionali; di questi, ben sei sono

    Continua »
Scroll to top