La storia e le finalità

Marchio PiccoloNell’aprile del 1986 Giacomo Bologna, Maurizio Zanella, Giannola Nonino, Marco Felluga, Angelo Gaja, Mario Schiopetto, Piero Antinori, Piermario Meletti Cavallari, Ambrogio Folonari e Vittorio Vallarino Gancia fondarono un’associazione senza scopo di lucro che intitolarono a Gino Veronelli, chiamandola Seminario Permanente Luigi Veronelli per sottolinearne il carattere scientifico e culturale.

Trent’anni prima, nel 1956, Luigi Veronelli era stato direttore della rivista Il Gastronomo e tra i primi giornalisti a viaggiare l’Italia del dopoguerra per riconoscere e valorizzare la cultura dei vini e dei “giacimenti gastronomici”, espressione da lui stesso coniata. Da allora, per quasi cinquant’anni, Luigi Veronelli ha accompagnato in modo critico, provocatorio, dialettico l’agricoltura e la ristorazione italiane dall’economia di sussistenza all’affermazione globale del secondo millenio.

Oggi l’impegno del Seminario Permanente Luigi Veronelli è seguire da vicino il mondo dell’agricoltura e dell’alimentazione, confrontarsi con professionisti e appassionati con la sensibilità e la coerenza insegnateci dal “padre della critica gastronomica italiana” del quale con orgoglio portiamo il nome.

Il Seminario Permanente Luigi Veronelli, con la sua équipe e la sua rete di contatti, è a disposizione delle aziende associate quale punto di riferimento e interlocutore competente su ogni problematiche di settore, pronto ad affiancarle e sostenerle in progetti d’interesse comune.

 

I commenti sono chiusi

Scroll to top