Guida Oro I Vini di Veronelli 2016, i Super Tre Stelle

in L'Editoriale • 12 Ottobre 2015 • di

VERONELLI_2016.inddPoche cose sono oggetto di studio e di ricerca scientifica con lo stesso dettaglio, lo stesso approfondimento riservati alla vite e al vino: della nostra “soluzione idroalcolica” preferita e della pianta che ce ne fa dono sappiamo, se non tutto, moltissimo. Le ragioni per cui vigneti e botti generano una sete (appunto) di sapere così forte sono molteplici e ogni loro enumerazione rischia d’essere incompleta. Mi piace pensare che la dedizione dei ricercatori, il lavoro dei vignaioli, dei tecnici, degli operai agricoli e di cantina siano in qualche modo misteriosamente legati alla presenza divina che, da millenni, avvertiamo nelle bevande fermentate e in noi, quando le consumiamo. Benché il processo produttivo dell’uva e del vino sia oggi razionalizzato in ogni sua parte, nonostante la tecnologia consenta di gestire al meglio ogni singola variabile, è sufficiente vivere l’epopea di una vendemmia, o anche solo visitare una cantina con le vasche in fermentazione per accorgersi che lo “spirito di Dioniso” è più vivo che mai. In queste settimane, chiedendo a un enologo che cosa lo spinga – al di là dei doveri professionali – a rimanere giorno e notte in cantina, tra diraspatrici, presse e pompe, difficilmente sentirete parlare del “demone di Bacco”. Eppure sarà sufficiente guardarlo negli occhi per capire quanto profondamente i suoi pensieri siano dediti al “canto della terra” e quanto siano, di conseguenza, lontani da ogni concetto che non abbia odore di lievito, di feccia o di vinaccia.

Da “ex-posseduto”, mi è facile cogliere gli stessi sintomi – guarda caso, proprio in periodo vendemmiale – nella piccola, artigianale redazione della Guida Oro I Vini di Veronelli. Dal risveglio primaverile delle viti il lavoro di programmazione, scrittura e degustazione è stato continuo e febbrile, e l’ansia con cui attendiamo le prime copie del volume è quella del cantiniere che segue, giorno per giorno, un fermentino.

Primo assaggio della nuova “vendemmia” della Guida Oro I Vini di Veronelli – l’edizione 2016, la numero XXVIII – è, come da tradizione, l’elenco dei Super Tre Stelle, le etichette che, a nostro parere, rappresentano l’eccellenza del vino italiano. Quest’anno la selezione è stata più severa che mai: infatti abbiamo scelto di attribuire le “tre stelle blu” solo ai vini che nelle degustazioni dei curatori Gigi Brozzoni e Daniel Thomases abbiano ottenuto una valutazione uguale o superiore a 94/100, soglia più elevata rispetto a quella delle edizioni precedenti. Un obiettivo raggiunto da 301 campioni sugli oltre 15.000 recensiti.

Da qui ciascuno dei nostri lettori può consultare e scaricare gratuitamente l’elenco dei vini premiati.

Come la valutazione di un’annata non può dirsi completa a seguito della degustazione dei soli vini di punta, così aziende, professionisti e appassionati – cui spetta il giudizio della nostra opera di critici – potranno conoscere per intero il lavoro della nostra piccola ma competente équipe a partire dalla presentazione in anteprima della Guida Oro I Vini di Veronelli 2016 prevista lunedì 19 ottobre, ore 11, presso il Grand Hotel Continental di Siena. Grazie alla partership tra Seminario Veronelli e Gold Directory – organizzazione che riunisce importanti strutture alberghiere in Italia e nel mondo – la Guida Oro I Vini di Veronelli 2016 sarà, infatti, proposta nella città del Palio – e del Chianti Classico, del Brunello di Montalcino, del Vino Nobile di Montepulciano, della Vernaccia… – con qualche giorno di anticipo sull’uscita nelle librerie di tutta Italia prevista giovedì 22 ottobre.

Nell’occasione saranno attribuiti i Sole 2016, premi speciali assegnati per la prima volta dalla Redazione nel suo insieme a dieci etichette che desideriamo portare all’attenzione del pubblico per originalità e valore, al di là del punteggio in centesimi. Altra novità sarà la premiazione de I Migliori Assaggi 2016, i cinque vini che – uno per tipologia – hanno ottenuto in assoluto il giudizio più elevato da parte dei degustatori.

Immutato, rispetto agli anni scorsi, è il desiderio che l’evento di presentazione sia soprattutto un’occasione per incontrare gli amici vignaioli e lettori e un’opportunità per degustare con loro. A partire dalle ore 12.30, infatti, nella splendida corte coperta del Grand Hotel, proporremo il consueto banco d’assaggio dedicato ai Sole. Per chi desiderasse, invece, degustare I Migliori Assaggi 2016, data la rarità di questi vini, abbiamo scelto di proporli in abbinamento a uno specifico menu servito a pranzo presso il ristorante dell’albergo (costi e modalità di prenotazione saranno comunicati su questo sito nelle prossime ore).

Elaborare un giudizio è certo il compito più gravoso di cui un critico deve farsi carico, tanto indispensabile quanto delicato e rischioso. Il rigore necessario a classificare ogni campione non cancella, tuttavia, la riconoscenza e la stima nei confronti di tutti coloro che, premiati o no, con il loro lavoro quotidiano scrivono ad ogni vendemmia una nuova pagina nella storia del vino italiano.  A tutti loro la Guida Oro I Vini di Veronelli 2016 è dedicata.

Andrea Bonini

Download PDF

Leggi gli articoli de L'Editoriale

Articoli correlati

4 Responses to Guida Oro I Vini di Veronelli 2016, i Super Tre Stelle

  1. orientale ha detto:

    Non ho trovato i vini di De Bartoli sulla Guida.
    Trattasi di dimenticanza od altro.

    • Andrea Bonini ha detto:

      Buongiorno, La ringraziamo per il commento.
      Purtroppo l’azienda De Bartoli – nome che suscita in ogni amante del vino ricordi indimenticabili ed emozionanti – dal lontano 2009 ha scelto di non essere presente nella nostra Guida. Tuttavia, la consigliamo con piacere a chiunque desideri degustare un grande Marsala, accanto a Florio, Pellegrino e Rallo, produttori che abbiamo recensito.
      SV

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top