PIEMONTE. Vini d’Oro / 1

PIEMONTE. Vini d’Oro / 1

Dalla Guida Vini Veronelli 2021, il curatore sceglie per noi tre vini tra quelli meno noti di una Regione, ma tanto degni di essere narrati e assaggiati da salire alla pubblica veronelliana ribalta, a partire da ora. Sentiteli anche voi, questi vini racconto.

PIEMONTE. Una panoramica enoica

PIEMONTE. Una panoramica enoica

2015 e 2016 ai vertici, in tutte le zone produttive di vini rossi. Tra i bianchi il Timorasso conferma la sua ascesa. Bene il Moscato. In statica sperimentazione la spumantistica sabauda: bisognerebbe puntare di più sul nebbiolo?

ROMAGNA. Piccola storia della rinascita del Sangiovese

ROMAGNA. Piccola storia della rinascita del Sangiovese

Romagna, un’area i cui confini geografici sono stati dibattuti per secoli senza mai arrivare a una definizione unanime. Lucio Gambi scrisse: «Romagnolità è in primo luogo uno stato d’animo, un’isola del sentimento, un modo di vedere e di comportarsi» e forse è proprio per questo che la Romagna è stata più spesso definita attraverso i comportamenti umani, come quel territorio in cui, chiedendo da bere, viene spontaneamente offerto vino e non acqua.

Quello che ci fa vedere il Covid

Quello che ci fa vedere il Covid

Dopo le anticipazioni sui premi assegnati dalla Guida Oro I Vini di Veronelli 2021, pubblichiamo l’introduzione al volume firmata da Andrea Bonini, direttore del Seminario Permanente Luigi Veronelli