La mia pianura

La mia pianura

di Diego Rosa

«Non è facile parlare del Po perché, come diceva Zavattini, ognuno di noi ha il suo pezzo di Po». Storie contadine, emigrazione, lotte per i diritti. Lambrusco. Agnoli in brodo col vino. Polenta. Rane e lumache. Miserai e fame. Oggi sono quasi tutti ricordi in una terra divenuta tra le più inquinate d’Europa.
Diego Rosa racconta la sua Bassa padana. «Mi piacerebbe pensare che  si possa ripartire come fa il fuoco sotto la cenere che sembra spento ma non lo è… »

La mia pianura

La mia pianura

di Diego Rosa

La pianura è un’ampia estensione di terreno pianeggiante. Detto questo si è detto tutto, però se camminiamo la pianura, scopriamo una miriade di mondi: piatto non vuole dire tutto uguale. Camminare una terra vuol dire entrare nella sua storia, nella sua cultura, trovare capacità di racconto in ciò che ci dà. [Prima puntata]

Vino, composto di umore e di luce

Vino, composto di umore e di luce

di Alberto Natale

Galileo, fondatore del metodo scientifico e supremo sperimentatore, fu «profondo conoscitore e amatore di vini, esperto delle tecniche di coltivazione delle viti, agricoltore appassionato che applicava ai suoi vigneti la precisione del compasso geometrico».

C’è bisogno di pane buono e di terra

C’è bisogno di pane buono e di terra

di Marco Noferi

Fase 2. Ritorno alla normalità? Decenni di inquinamento, sfruttamento delle risorse e disprezzo dei limiti hanno causato l’impoverimento della storia biologica e della storia antropologica. E oggi siamo alla pandemia. Una riflessione, amara e felice a un tempo, di Marco Noferi, filosofo della terra, dell’ulivo e della vite.